Giorgio Matteo Aicardi (Finalborgo (SV) 1891 - Genova 1985)


Giovanissimo si trasferisce a Genova dove segue i corsi all’Accademia Ligustica e privatamente studia con Giuseppe Pennasilico. Grazie ai due pensionati della Fondazione Brignole vinti, perfeziona gli studi a Firenze e a Roma.

Partecipa alle mostre della Società Promotrice di Belle Arti di Genova e a diverse altre esposizioni nella nostra regione.

Tiene mostre personali in varie città d’Italia, in Brasile e in Argentina.

Nel 1938 è eletto accademico di merito della Ligustica. Ottimo disegnatore, produce numerosi manifesti pubblicitari per importanti industrie italiane. Affreschista di grande livello, decora la chiesa parrocchiale di Finalborgo, la chiesa di Santa Marta a Genova e i soffitti dei palazzi Spinola di Genova e Muzio di Voltri; è anche ricercato restauratore di affreschi antichi. Pittore di fine tecnica, si dedica principalmente al paesaggio e alle marine con coloristica sobria ma decisa dai confini netti e geometrizzanti. Buon ritrattista, è di grande efficacia anche nei piccoli appunti e bozzetti condotti con buona scioltezza.

Sue opere sono nella Galleria d’Arte Moderna di Genova e nella Mitchell Wolfson Jr. Collection a Genova.


Ugo Nebbia, Presentazione mostra alla “Gavioli”, Milano, 21 aprile 1962


Antonino Ronco, Presentazione personale alla “De Pasquali” in “Il Secolo XIX”, Genova, Novembre 1966


Lelio Pierro, G. M. Aicardi in “Genova”, Rivista del Comune, Novembre 1966


G. Paganelli, T. Pelizza, Liguria & arte, Pittori dal 1900 al 1940, cat. mostra Palazzo

Ducale, 1994, Genova


G. Paganelli, T. Pelizza, Mostra postuma di G. M. Aicardi, cat. Galleria Arte Casa, Genova, 1997



<<<<< elenco artisti